Conviviale dell’11 Settembre 2013 – Visita del Governatore distrettuale Anna Spalla

Una folta rappresentanza dei soci dei due sodalizi Brescia e Brescia Nord, ritrovatasi dopo la pausa estiva, ha fatto da cornice alla visita del Governatore del Distretto 2050, Anna Spalla. Molte le autorità rotariane presenti a concreto esempio di “famiglia rotariana”, che brevemente ricordiamo: il Governatore Nominato Omar Bortoletti, il Segretario Distrettuale Maurizio De Blasi, l’Assistente del Governatore Gruppo Leonessa Marco Degiovanni, il Decano dei PDG Enzo Cossu, il PDG Angelo Borgese, il Rappresentate Distrettuale Rotaract Patrizia Volonghi, la Presidente del Rotaract Brescia di cui entrambi i sodalizi sono padrini, Maddalena Capra, la Presidente Innerwheel Brescia Francesca Pangrazio nonché la Past President dell’Innerwheel Brescia Nord Paola Zani.

La Presidente del RC Brescia Elisabetta Conti prende la parola presentando brevemente il cursus rotariano di grande spessore e il significativo profilo professionale del Governatore, che è attualmente Professore Ordinario di Topografia e Cartografia della Facoltà di Ingegneria presso l’Università di Pavia nonché Vice Direttore del DICAr, Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura della medesima Università, e, dopo aver salutato le autorita’ rotariane, rotaractiane ed innerine, rotariani, rotaractiani, parenti e ospiti, ringrazia calorosamente il Governatore per la presenza cedendole subito la parola per il proprio intervento di cui si passano in rassegna i punti salienti:

‐ Anna inizia l’intervento prendendo spunto dall’incontro con il Presidente Internazionale Ron Burton durante il periodo di formazione, citando il tema del Rotary International 2013/2014 “Engage Rotary, Change Lives”, che potrebbe essere tradotto in “Vivi il Rotary. Cambia le vite”, o forse meglio, “Impegnati nel Rotary per cambiare in meglio le vite”;

‐ Anna Spalla riprende con forza la tematica dell’Effettivo e del suo reale aumento. A livello internazionale i soci del Rotary sono fermi da anni a 1.200.000, ciò significa che numerosi sono stati gli ingressi, ma altrettante le uscite. Il governatore sostiene che dobbiamo essere attrattivi, dobbiamo saper scegliere bene i nuovi potenziali associati, ma anche tenerli vicini nei primi periodi affinché non si perdano;

‐ Il Governatore ritiene che “si è rotariani non quando si ha il distintivo, ma quando viene vissuto il Rotary con passione vera. Ogni rotariano viva questo impegno con l’ambizione di dimostrare gli ideali ed i valori rotariani anche all’esterno. Questo potrà consentire inoltre di far fermare gli abbandoni e, probabilmente, far aumentare gli ingressi permanenti”;

‐ Nella scelta delle persone da valutare, è importante tenere presenti le nuove urgenze collegate alle esigenze delle nuove tecnologie, spesse volte dimenticate, in favore delle più “tradizionali”, ma devono essere contemplate anche le donne, attive nell’imprenditoria e nelle professioni, e i giovani, cercando di puntare su chi si ritiene potrà essere un imprenditore, un professionista, un accademico di successo in futuro;

‐ In merito a quest’ultimo punto il Governatore sottolinea i forti investimenti che il Rotary effettua sulle nuove generazioni. Si ricordino il Ryla, il Rotaract, l’Interact, gli Alumni e le Borse di Studio, concepite e rese operative dal Rotary prima ancora dell’Erasmus;

‐ Altrettanto importante e’ il rigore etico, Servire significa Donare. Il Rotary deve essere un riferimento per la società e deve consistere ed essere visto come l’insieme di “capacità professionali, forza collettiva ed altruismo nella nna Spalla termina il proprio intervento spronando i Club ad agire, ricordando che il Distretto non desidera essere invasivo nella vita dei singoli sodalizi ma, anzi, desidera essere visto ed utilizzato come “consulente” dei Club per ogni specifica tematica.

Il Presidente Elisabetta Conti condivide le riflessioni del governatore ribadendo la necessità dell’attenzione alle nuove generazioni in un periodo di crisi etica e di sistema nel quale è ancor più necessario riaffermare gli ideali rotariani di rigore morale e di servizio al di sopra di ogni interesse.

Cede quindi la parola al Presidente del RC Brescia Nord, Roberto Zani, il quale si dice colpito dall’entusiasmo di Anna Spalla, concorda con l’idea di un Distretto Rotary vicino al Club e al servizio del Club, ed anche con l’esigenza di proseguire nell’attrarre nuovi soci.  Manifesta, invece, una velata perplessità circa la crescente apertura di nuovi sodalizi sul territorio, mentre sarebbe opportuno un rafforzamento degli esistenti.

La serata viene successivamente impreziosita dal breve, ma incisivo saluto dal Decano dei PDG Enzo Cossu. Il Presidente Elisabetta Conti presenta ai soci i ragazzi dello Scambio Giovani, che i due sodalizi seguiranno e sosterranno in questa annata rotariana.

Chiede quindi al Governatore di conferire, a nome del Club che l’aveva precedentemente deliberata, la massima onorificenza rotariana, la PHF, al Past President del RC Brescia Luciano Gaburri per il proprio anno di Presidenza 2011‐2012, caratterizzato dalla ideazione ed implementazione di numerose attività benefiche e di supporto all’aumento dell’effettivo.

La conviviale Interclub termina con la consegna al Governatore, da parte dei due Presidenti, di un contributo economico per l’istituzione di Borse di Studio Distrettuali. Infine vengono donati al Governatore squisiti prodotti del nostro territorio.

Per ultimo si assiste alla consegna, da parte di Anna Spalla, ai Presidenti, Segretari e membri dello Staff Distrettuale, appartenenti ai Club, delle consuete e gradite cravatte per gli uomini e foulard per le donne.

I Presidenti Conti e Zani, congiuntamente al Governatore, suonano la campana concludendo così una serata sentita e piacevole, dando appuntamento ai convenuti per i prossimi incontri.

I Segretari

Stefano Co’ e Roberto Palumbo

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
RSS
Follow by Email
Twitter