Santa Messa – Caminetto

La serata, come sempre molto partecipata, è iniziata presso la Chiesa di San Carlo con la tradizionale cerimonia di commemorazione dei Soci e dei familiari defunti.

La funzione, molto sentita, è culminata con la lettura della preghiera del rotariano da parte di Giovanni Silvioli (RC Brescia) che ha fatto seguito alle letture liturgiche di San Giovanni e del Vangelo.

La Messa è stata accompagnata da musiche suonate dai Maestri Ivan Ronda e dal sax tenore Gianni Alberti. Particolarmente suggestivo il suono del grande organo a canSanta Messa Defuntine, opera di Graziadio Antegnati e risalente al 1636 che è stato restaurato e ripristinato nelle forme originali dall’organaro Armando Maccarinelli nel 1958 ed è completamente a trasmissione meccanica.

Durante la messa, il Parroco Don Ivan Marcolini ha ricordato quanto sia importante il ricordo dei cari amici defunti e quanto sia apprezzabile lo sforzo a favore dei più bisognosi che tutti i rotariani fanno nel mondo.

Anche le riflessioni sull’Amore di Monsignor Mario Piccinelli hanno aggiunto significato e profondità.

OrganoUn applauso finale ha sentitamente ringraziato tutti i musicisti per le emozioni che sono riusciti a suscitare in tutti i partecipanti.

La serata è poi proseguita con la cena nella sede della R.H dove il Presidente RC Brescia Castello Rodolfo Sandrini ha esordito salutando e ringraziando tutti i presenti e ricordando l’Interclub tra RC Brescia Castello e RC Brescia Ovest di Lunedì 9 Novembre, in cui è previsto l’intervento del Governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Successivamente ha preso la parola la Presidente del RC Brescia Nord Luisa Antonini per ringraziare gli intervenuti e ricordare l’evento Misa Tango del 20 Dicembre.

Il Presidente RC Brescia Ovest Lorenzo Verzeletti ha salutato tutti i Soci presenti, mentre il Presidente del RC Brescia Giovanni Silvioli ha espresso la sua emozione personale per la celebrazione di suffragio appena conclusa.Caminetto2

In seguito i Maestri di Musica Alberti e Ronda hanno riferito i rispettivi curricula e narrato aneddoti e curiosità della loro professione.

La serata, dopo i saluti agli altri musicisti presenti in sala e un breve accenno alle loro attività, si è chiusa con il tradizionale tocco della campana suonata congiuntamente dai quattro Presidenti.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
RSS
Follow by Email
Twitter