Interclub con RC Brescia Ovest – Relazione di Iginio Massari: “Non solo zucchero”

La serata comincia con il consueto suono della campana da parte del Presidente RC Brescia Ovest Achille Maria Farina. Prima di iniziare la conviviale, sono stati presentati da Lorenzo Verzeletti due nuovi Soci del Rotary Brescia Ovest: il Dott. Maurizio Maffi, specialista chirurgo ortopedico presso Istituto Clinico S.Anna, e il Dott. Fernando Barbera, Prof. radioterapeuta oncologo presso Università Studi di Brescia.

Prima che venisse portato il dolce, il presidente RC Brescia Nord Mauro Lamanna ricorda il Service di Giovedì 23 Aprile, in occasione del Rotary Day, riguardante il concerto Mozartiano di beneficenza in favore della raccolta fondi per i poveri di Mensa Menni della Caritas.Interclub1

Vengono in seguito presentati e ringraziati i diversi ospiti della serata.

Successivamente, prima della relazione della serata, viene consegnata la Paul Harris Fellow a Iginio Massari per essersi distinto all’interno del suo ambito lavorativo come pasticcere.

Il titolo della sua relazione è appunto “Non solo zucchero”, come anche il titolo del suo libro diviso in 6 volumi in cui si parla non solo di dolci e pasticceria, ma anche del concetto di “cibo”. Durante tutta la relazione espone il rapporto tra il punto di vista del passato riguardante il cibo e il punto di vista odierno. Ora il cibo ha perso il valore che possedeva in passato, perché si pensa che ciò che è abbondante sia meno importante. Al giorno d’oggi si parla molto di cibo soprattutto perché si sta avvicinando l’evento dell’Expo, in cui il tema principale sarà proprio il cibo. In passato si parlava di qualità, un concetto che è morto con l’introduzione del rapporto qualità/prezzo. Oggi invece si parla di eccellenza, e di tutto ciò che rende speciale e unico un alimento. Massari presenta poi un esempio di ciò che definisce “cibo scientifico”, cioè il cibo in Interclub3pasticceria: le proteine dell’uovo in passato erano meno numerose rispetto ad ora, perché c’è un maggiore controllo e attenzione riguardo il mangime delle galline, e ciò permette di avere delle uova con un contenuto maggiore di nutrienti. Le analisi che vengono svolte sul cibo sono tutte empiriche: infatti un alimento cotto in un determinato ambiente, come può essere l’ambiente acido o basico, si modifica a seconda delle condizioni nelle quali si trova. Massari poi comincia ad illustrare, grazie anche al supporto di molte immagini e di un video, tutto il complesso procedimento, che dura circa 72 ore, per la preparazione di un ottimo panettone. Il buon panettone si può conservare per circa 2 anni senza che vengano aggiunti dei conservanti, ma si consiglia comunque di consumarlo entro i 35 giorni. Successivamente vengono presentate numerose immagini al proiettore di molti dei suoi dolci che ha preparato lungo la sua carriera, accompagnate come sempre da una minuziosa descrizione di ogni dettaglio riguardante la preparazione del dolce. Durante questa descrizione delle sue opere Massari introduce anche qualche spiegazione sul significato dei colori all’interno del mondo dei dolci e di alcune tra le più famose aziende nel settore della produzione di burro, cacao e farina. Introduce poi un ultimo concetto sul come il dolce verrà considerato e Interclub Massari 4preparato nel futuro: più volume al dolce, ma con ridotto contenuto di calorie. Viene infine descritto ciò che pensa riguardo alle diete e tutti i prodotti dietetici sul mercato. Non consiglia assolutamente questo tipo di prodotti perché immangiabili e perché la dieta non significa saltare i pasti, ma significa mangiare ciò di cui il nostro organismo ha bisogno nella giusta quantità, senza eccedere in un alimento piuttosto che in un altro.

La serata si chiude con la consegna di un omaggio a Iginio Massari da parte del presidente Lamanna e con il suono della campana.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
RSS
Follow by Email
Twitter