Conviviale – Passaggio di Consegne

Nel prestigioso “Circolo al Teatro” abbiamo partecipato alla emozionante cerimonia di passaggio di consegne dal Presidente uscente Roberto Zani al Presidente entrante Mauro Lamanna.

 

Nel suo intervento di commiato, il Presidente uscente Roberto Zani ha ricordato il continuo e impegnativo lavoro del Consiglio e delle Commissioni. Ha sottolineato l’importanza del confronto e dell’amicizia nel Club, che è stata la premessa fondamentale per la realizzazione di tutte le numerose azioni di servizio realizzate nel passato anno rotariano, qui elencate:

 

  • INFORMATICA FACILITANTE (Resp.: Roberto PALUMBO)
  • BORSA DI STUDIO GIACINTO PRANDELLI (Resp.: Marco DEGIOVANNI)
  • CHICCO E LA NOTA PERDUTA (Resp.: Laura E. DEPERO)
  • UN PASTO CALDO PER TUTTI (Resp.: Giovanna SORBI e Sergio CAPRIOLI)
  • PROGETTO RCT BRESCIA FOR END POLIO NOW (Resp.: Giovanni MARINI e Luisa ANTONINI)
  • PREMIO LUCIANI MALCHIODI (Resp.: Franco DOCCHIO)
  • BRESCIA NICE TO MEET YOU (Resp.: Stefania PICCOLI)
  • BORSA DI SPECIALIZZAZIONE SULLA SCLERODERMIA (Resp.: Giovanna FINZI e Paola CITTADINI)
  • UNITI PER LA SYRIA
  • AMICO CAMPUS (Resp.: Luciano GIAMBUZZI)
  • RYLA
  • ROTARY FRIENDSHIP EXCHANGE
  • SCAMBIO GIOVANI
  • PROGETTO MENTORING nel quale Paolo FRANCHI e Agostino MANTOVANI hanno affiancato due giovani Rotaractiani.

Tutto questo immenso lavoro è stato possibile grazie ad un grande affiatamento tra tutti i soci del Club. Durante l’anno rotariano 2013–2014, ciPassaggio_2 sono state quaranta conviviali, 1.188 presenze di Soci e 403 Ospiti per un totale di 1.591 partecipazioni, con una percentuale media di partecipazione del 40%. Sono stati anche realizzati il Sito Internet del Rotary Brescia Nord ed la pagina Facebook e sono state assegnate 6 PH.

 

Altri incontri significativi sono stati:

  • la messa in commemorazione dei defunti durante la quale abbiamo potuto ascoltare un mezzo soprano accompagnata da un flautista e dalla nostra socia Giovanna SORBI alla tastiera di un organo Antegnati;
  • la visita guidata al Palazzo Averoldi;
  • la visita guidata alla chiesa della Madonna delle Grazie;
  • la visita guidata alla mostra “i cento capolavori sconosciuti….” ;
  • la gita a Montagnana.

 

Quest’anno sono stati cooptati cinque nuovi soci in sostituzione di altrettanti che ci hanno lasciato. In particolare sono stati ricordati il Socio Domenico BERTOLI che ha dovuto lasciarci per motivi di salute, Damiano GNUTTI e Angelo RAMPINELLI deceduti lo scorso anno.

In conclusione il Presidente uscente, prima di passare al PdG Decano Enzo Cossu, consegna un suo personale ricordo ai Membri del Consiglio e delle Commissione, sottolineando il grande aiuto e sostegno avuto dalla Famiglia, dalla Moglie ed dai Figli Federico e Roberta.

 

Chiede la parola Giovanni Marini esprimendo, in qualità di socio più anziano e a nome di tutti i soci del Club, i più sentiti ringraziamenti a Roberto per l’anno trascorso. Dal confronto con tutti i presidenti passati, sottolinea che appartiene certamente alla categoria degli eccezionali e sarà un confronto non facile per il nuovo presidente.

Il momento è di grande commozione e tutti si sono alzati in piedi, dando vita ad un sentito applauso di riconoscimento a Roberto per lo splendido lavoro svolto.

 

Passaggio_1Anche Enzo Cossu ha dato merito al Presidente uscente per il lavoro di coordinamento del Club ed augura al Presidente entrante Mauro di essere in grado di raccoglierne l’importante eredità con impegno e passione, avendo chiari gli obiettivi che il Club vuole raggiungere e facendo in modo che ogni socio si senta partecipe e protagonista. Ha ricordato come il nostro Club, nato più di 40 anni fa, ha dovuto superare molte difficoltà e, grazie al lavoro e all’amicizia di tutti i soci, è oggi diventato esempio per tutti i Club del distretto.

 

Il Presidente Roberto procede quindi al passaggio delle consegne che è seguito da un altro sincero applauso ancora di ringraziamento per Roberto e di auguri per Mauro, che prende la parola.

Con emozione Mauro introduce il nuovo anno rotariano, ricordando come Roberto sia riuscito con la collaborazione di tutti i soci, che sono stati molto presenti e partecipi, a dimostrare come si possano realizzare importanti services oltre che piacevoli incontri. “Ci sentiamo un po’ come la squadra nazionale l’anno dopo la vittoria del campionato del mondo” dice Mauro “ma sono pronto a raccogliere la sfida, certo dell’appoggio della mia squadra e di tutti i soci”. Seguendo la pista segnata da Roberto, certamente si riproporranno alcuni services di successo, proponendone però anche di nuovi, per arricchire il club di nuove esperienze e restare un riferimento importante per il Distretto.

Il suo primo pensiero affettuoso è poi rivolto ai soci fondatori del nostro club, fra cui gli amici Giovanni Marini, Alberto Albertini e Ugo Gussalli Beretta, ricordando la sua storia rotariana e la sua partecipazione a tanti diversi Club rotariani, tutti uniti dagli stessi profondi principi fondanti di amicizia e solidarietà. Quest’anno si cercherà di conoscerci meglio, proponendo ai soci entrati recentemente di raccontare la loro esperienza e le loro passioni, oltre che cercando di coinvolgere, come sempre, relatori esterni di prestigio e proponendo relazioni di interesse generale. A tal proposito, Mauro ha anticipato che a Settembre sono già in programma gli interventi del prof. Fontanella, primario di neurochirurgia agli Spedali Civili , e del prof. Camodeca, noto economista bresciano.

I temi dell’anno rotariano devono esprimere la professionalità e le passioni del Presidente e per questo Mauro propone per il 2014-2015 due temi portanti: l’economia e lo sport-wellness, che è la sua più grande passione.

Centrale quest’anno sarà il rapporto con i rotaractiani e per approfondire la conoscenza saranno organizzati periodicamente interclub.

Riportando le direttive del distretto, ricorda la necessità di attenzione verso il territorio e in particolare ai problemi sociali ed economici che si sono drammaticamente aggravati in questi ultimi anni. Come l’anno scorso, si cercherà di dare un contributo a coloro che hanno difficoltà a superare questo momento di grave crisi. Per questo, sarà più difficile sostenere progetti internazionali, come ad esempio il Progetto “Zafferano” per lo sviluppo di questa coltivazione in una regione del Marocco, che ci ha coinvolto insieme ad un Rotary Club francese.

L’amicizia fra i nostri Club resterà comunque solida e ha annunciato con piacere che gli amici d’oltralpe verranno a trovarci ad Ottobre.Passaggio_3

Fondamentale quest’anno dovrà essere anche la promozione dell’immagine del Rotary e in particolare del nostro Club, diffondendo informazioni corrette sulle attività svolte, a partire dal progetto Polio Plus, che tanto ha significato per l’umanità intera. Obiettivo è quello di aumentare il nostro organico, mantenendo ovviamente il livello d’eccellenza dei soci, con il coinvolgimento anche di professionalità nuove.

Per quanto riguarda la creazione di nuovi club, il Presidente auspica prudenza e attenzione nella valutazione delle effettive necessità, così come per la creazione di club satellite, condividendo comunque l’obiettivo di aumentare l’effettivo. Ricorda poi che saranno organizzati in collaborazione con altri club del territorio giornate rotariane, Rotary Day, e invita tutti a partecipare al Rotary Day nazionale che si svolgerà a Marsala dal 10 al 12 Ottobre.

Con rammarico, Mauro rende noto che la partecipazione del Rotary all’EXPO2015 è stata annullata e che i governatori italiani in rappresentanza dei 50.000 rotariani italiani hanno chiesto spiegazioni al RI, anche riguardo ai modi in cui questa decisione è stata presa. Se pure ci sarà “una sorta” di risarcimento per i club che già avevano investito su questa iniziativa, sembrava doveroso un maggiore coinvolgimento dei club italiani in questa drastica decisione.

Il Presidente conclude il suo intervento invitando i soci a proporre temi e relatori per le serate e annunciando che il 22 Settembre insieme al RC Brescia Ovest, su invito dell’amico Achille Farina, si terrà un interclub con la partecipazione del Primo Cittadino, Emilio Del Bono.

In chiusura del suo intervento, Mauro si augura che il prossimo anno rotariano possa essere ricco e interessante come quello appena trascorso, garantendo l’impegno massimo suo personale e di tutta la sua squadra.

In conclusione, Mauro conferisce con commozione a Roberto, a nome di tutto il club, l’onorificenza “amico di Paul Harris” .

La serata si conclude con un grande applauso da parte di tutti i presenti.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
RSS
Follow by Email
Twitter