Allo scopo di facilitare la conoscenza delle strutture e delle attivita del Rotary International, vengono qui elencati e spiegati i termini di uso comune.

ADIRI
(Associazione Distretti Rotary Italia)
Associazione di servizio di cui fanno parte i Distretti Italiani. L’ Associazione ha come scopi odierni la pubblicazione dell’Annuario dei Soci Italiani e della Rivista Nazionale Rotariana.

AMBASCIATORI DEL ROTARY
Programma della Rotary Foundation, iniziato nel 1947, che assegna ogni anno numerose borse a giovani che desiderino tra scorrere un anno di studio in un Paese estero. Non possono usufruirne i rotariani e i loro parenti più stretti. I borsisti hanno una buona possibilità di approfondimento e specializzazione (di norma dopo la laurea), e insieme favoriscono i buoni rapporti internazionali, impegnandosi a svolgere la missioni di “ambasciatori di buona volontà” presso il paese che li accoglie, partecipando a manifestazioni rotariane.

ANNUARI
Official Directory: edito a cura della sede centrale di Evanston, è l’elenco dei Rotary Club di tutto il mondo, dei quali riporta i nomi del Presidente e del Segretario, la data di fondazione, il numero dei soci, il giorno e il luogo di riunione. Inoltre fornisce tutte le informazioni sugli organi centrali del Rotary International. Annuario dei Distretti d’Italia: edito a cura dell’Istituto Culturale Rotariano, pubblica la composizione dei Club di: Italia, San Marino, Malta, Albania. Viene distribuito a tutti i soci dei Club elencati e deve essere usato unicamente per gli scopi del Rotary.

APIM
(Azione di Pubblico Interesse Mondiale)
Si tratta di veri e propri finanziamenti al fine di favorire l’autonomia economica e quindi morale di chi ha solo bisogno di una spinta. Le somme vengono integralmente restituite al Rotary International a conclusione dell’avvio di nuove microimprese, abitualmente di tipo artigianale e/o commerciale: fino ad oggi ben il 97% delle somme elargite sono state rese e riutilizzate dal Rotary International per nuove sovvenzioni dello stesso tipo.

ASSEMBLEA DEL CLUB
Riunione tenuta dai componenti del Consiglio Direttivo, dai Dirigenti e dai Presidenti delle Commissioni per discutere il programma e le attività del Club.

ASSEMBLEA DISTRETTUALE
Riunione annuale destinata alla formazione tecnica dei futuri dirigenti dei Club e all’informazione per tutti i soci nella quale il Governatore eletto presenta il suo programma e quello del Presidente Internazionale e alcuni dirigenti distrettuali guidano il dibattito all’amministrazione del Rotary e sui progetti di servizio del Distretto.

ASSEMBLEA INTERNAZIONALE
Riunione dei Governatori eletti (oltre che di altri dirigenti) di tutto il mondo, i quali, in previsione dell’inizio del loro mandato il 10 luglio, discutono del programma insieme al Presidente Internazionale eletto e a dirigenti rotariani; l’assemblea dura una settimana e ha luogo, tra febbraio e marzo, ad Anaheim in California.

ASSISTENTI DEL GOVERNATORE
Hanno la funzione di favorire i rapporti tra il Governatore e un Gruppo di Club a ciascuno di loro assegnati, assicurando l’informazione, fornendo suggerimenti, coordinando le attività.

AZIONE
(Quattro vie di)
Per mettere in pratica i principi del Rotary sono state messe a punto quattro principali strade. Conosciute come vie d’azione, esse si distinguono in:
Azione Interna, cioè servizio rivolto al Club e nel Club;
Azione Professionale, cioè servizio svolto nella professione o negli affari;
Azione d’Interesse Pubblico, cioè servizio verso la comunità cui si appartiene;
Azione Internazionale, cioè servizio diretto al mantenimento di amichevoli e armoniose relazioni fra i popoli.

CALENDARIO ROTARIANO
Lungo il corso dell’anno rotariano, tutti i mesi sono dedicati agli aspetti principali dei programmi del Rotary International. Eccone l’elenco:
Luglio: mese dell’Alfabetizzazione
Agosto: mese dell’Espansione interna ed esterna
Settembre: mese delle Nuove Generazioni
Ottobre: mese dell’Azione Professionale
Novembre: mese della Fondazione Rotary
Dicembre: mese della Famiglia
Gennaio: mese della Sensibilizzazione al Rotary
Febbraio: mese dell’Intesa Mondiale
Marzo: mese del SIPE e del Rotarct
Aprile: mese della Rivista rotariana
Maggio: mese dell’Amore per il Rotary
Giugno: mese dell’Amicizia

CARL MILLER DISCOVERY GRANT
(Sovvenzioni per la ricerca)
Programma avviato dal Presidente Internazionale Carl Miller il quale, durante il suo mandato (1963), incoraggio particolarmente la cooperazione internazionale e fece una generosa donazione per finanziare i viaggi e le spese necessarie per attuare i contatti nella fase preliminare di un progetto. Le sovvenzioni sono assegnate dalla Rotary Foundation a Club e Distretti.

CARTA DEL CLUB
Ogni Club e membro del Rotary International, l’organizzazione mondiale che gli rilascia la Carta. Quest’ultima, firmata dal Presidente del Rotary International, dal Segretario Generale e dal Governatore Distrettuale, viene rilasciata dalla Segreteria Generale quando il Club e ammesso a far parte del Rotary International.

CITATION FOR MERITORIOUS SERVICE
Riconoscimento assegnato dalla Rotary Foundation a un Rotariano che si sia distinto in modo particolare nella promozione di programmi volti a favorire l’intesa fra Paesi; riconosce i servizi resi e non le donazioni.

CLASSIFICA
I “soci attivi” di un Club rappresentano ciascuno una classifica, cioè l’indicazione dell’attività professionale in rappresentanza della quale ogni socio e stato cooptato nel Club. Essa viene assegnata dal Club in base ad una definizione prevista in un elenco predisposto al fine di creare una rappresentanza completa di tutte le occupazioni utili esistenti in una data località e di far sì che il Club rappresenti un autentico “spaccato” della vita della comunità stessa. Il presupposto e che persone autorevoli e influenti hanno maggiori possibilità di servire gli altri e di indirizzarli al bene.

COMITATI INTERPAESE
Commissione composta di Rotariani, Club e Distretti che ha lo scopo di favorire i contatti fra Club e fra Rotariani al di là delle frontiere nazionali, per promuovere azioni di interesse pubblico mondiale e organizzare lo scambio di studenti e visite tra i Club gemellati.

COMMISSIONI DEI CLUB
I Rotary Club sono incoraggiati al servire facendo uso di quattro Commissioni principali, alle quali si affiancano altre Commissioni e Sottocommissioni responsabili di particolari fasi dell’attività riguardante Azione Interna, Azione Professionale, Azione d’Interesse Pubblico e Azione Internazionale.

COMMISSIONI DISTRETTUALI
Sono composte da Rotariani dello stesso Distretto e hanno lo scopo di proporre iniziative e di assistere i Club nella loro attuazione.

COMPENSO DI ASSENZA
Ogni socio è tenuto a partecipare alle riunioni settimanali del proprio Club. L’eventuale assenza può essere compensata con la partecipazione alla riunione di un altro Club o a manifestazioni rotariane, che viene notificata al Club di appartenenza con apposita cartolina.

CONGRESSO DISTRETTUALE
Riunione annuale aperta a tutti i Rotariani di uno stesso Distretto, nella quale vengono illustrati, da oratori qualificati nel campo specifico, argomenti importanti della vita sociale e culturale. In tale occasione vengono anche prese quelle decisioni che prevedano un parere espresso formalmente e, di norma, viene ufficializzato il nuovo Governatore.

CONGRESSO INTERNAZIONALE
(International Convention)
Grande raduno, in forma congressuale, del Rotary International nel quale vengono eletti il Presidente e il Consiglio Centrale e forniti suggerimenti e inform azioni a tutti i Rotariani del mondo. Si tiene ogni anno a primavera, in una città diversa, con la partecipazione di molte migliaia di soci.

CONSIGLIO CENTRALE
(Board of Directors)
Massimo organo di direzione e amministrazione del Rotary International, e costituito dal Presidente Internazionale (che lo presiede), dal Presidente eletto e da 17 Director designati dalle zone del Rotary ed eletti dal Congresso Internazionale. II Presidente dura in carica un anno, i Director due anni.

CONSIGLIO DI LEGISLAZIONE
Organo legislativo del Rotary International, composto da un delegato di ogni Distretto (e da alcuni membri non votanti), si riunisce ogni tre anni per decidere le modifiche al Regolamento del Rotary International e agli Statuti dei Club. Le decisioni del Consiglio diventano operative dopo essere state sottoposte a tutti i Club e non avere ricevuto opposizione da almeno il 10% di essi.

CONSIGLIO DIRETTIVO DEL CLUB
Ogni Club e guidato da un Consiglio Direttivo che comprende il Presidente, il Presidente eletto, il Vicepresidente, il Tesoriere, il Prefetto e i Consiglieri; le modalità di elezione ed i suoi compiti sono precisati dal Regolamento di ogni Club.

COP
(Code of Policies)
Raccolta delle decisioni prese dal Board fin dalle sue prime riunioni. Oggi la redazione su supporto informatico garantisce un continuo aggiornamento. La traduzione italian a del COP e la RRR (Raccolta Regole Rotariane) CRIP (Circoli Ricreativo-Professionali) Gruppi di Rotariani accomunati da comuni interessi di divertimento o di professione che intendono approfondire amicizia e competenza. In base a criteri determinati dal Manuale di Procedura, possono essere riconosciuti dal Rotary International.

DISTRETTO
Territorio geograficamente determinato all’interno del quale sono raggruppati, per esigenze di amministrazione e di attività, i Club; ha la funzione di coordinare e incentivare le attività dei Club.
Comprende, di norma, almeno cinquanta Club e mille Rotariani.

DISTINGUISHED SERVICE AWARD
Riconoscimento che viene assegnato dalla Rotary Foundation a un Rotariano che si sia dedicato con particolare impegno e per molti anni alla Fondazione, al di là dell’ambito del proprio Distretto; riconosce i servizi resi e non le donazioni.

DONNE
(Ammissione di socie)
Il Rotary Club, fondato e sviluppatosi in un periodo storico in cui l’attività professionale era esclusivamente maschile, prevedeva l’ammissione solo di soci uomini. La questione dell’ammissione delle donne fu sollevata nel 1977 dal Club di Duarte in California che ammise tre donne. Quando il Rotary International annullo l’iniziativa, il Club si rivolse alla magistratura. Dopo una lunga controversia, nella quale furono discussi la natura del Rotary e i principi di uguaglianza, si arrivo alla sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti del maggio 1987 che proibisce l’esclusione delle donne, almeno a livello di statuti e regolamenti. La decisione ufficiale e stata ratificata nel Consiglio di Legislazione del 1989.

ESPANSIONE
La crescita del Rotary e causa ed effetto della sua vitalità: l’espansione può essere interna (incremento del numero dei soci di un Club) ed esterna (fondazione di nuovi Club).

FONDI NUOVE OPPORTUNITA’
(Discovery)
Sovvenzioni che offrono ai Distretti un aiuto per progetti innovativi di servizio internazionale che non rientrano nei criteri stabiliti per gli altri programmi della Rotary Foundation.

FORUM
Convegno, a livello di Distretto o di Gruppo di Club, nel quale vengono trattati temi specifici legati agli ideali rotariani.

GAGLIARDETTO
Emblema su stoffa, recante il nome di un Rotary Club ed eventualmente un’immagine che lo identifica, che viene offerto agli ospiti o scambiato con altri Club. E questa il termine corretto da usare (e non guidoncino, labaro, ecc.), come ha chiarito l’Accademia della Crusca con rescritto dell’ottobre 2000.

GIORNATA DELLA PACE E DELLA COMPRENSIONE MONDIALE
II 23 febbraio di ogni anno si celebra, nella spirito e nell’impegno dell’amicizia internazionale, l’anniversario della fondazione del Rotary International (1905).

GIV
(Gruppi Intervento Volontario)
Programma ideato per aiutare i Club e i Distretti a trovare professionisti (prevalentemente medici ed ingegneri, ma anche operatori in altri campi) che si impegnino a operare per brevi periodi in operazioni di servizio e di assistenza in paesi stranieri, su segnalazione e invito dei Rotary locali; sono Rotariani e anche non Rotariani e possono accedere a una sovvenzione della Rotary Foundation.

GOVERNATORE DISTRETTUALE
Massimo dirigente del Rotary International nel Distretto. Deve essere stato socio di uno o più Club per almeno sette anni e Presidente di un Club per almeno un anno. Riceve una formazione intensiva in occasione dell’Assemblea Internazionale; segue l’attività dei Club del Distretto e li sostiene con consigli e richiami (lettera mensile); promuove e cura la realizzazione dei programmi e delle attività indicati dal Presidente Internazionale e dal Consiglio Centrale; organizza e presiede il Congresso.

GRUPPO DI CLUB
Raggruppamento di Club (minimo tre, massimo sette), nell’ambito di un Distretto coordinato da un Assistente del Governatore.

GRUPPI DI STUDIO
Programma della Rotary Foundation iniziato nel 1965: due gruppi, costituiti da un Rotariano e da quattro giovani non rotariani si scambiano tra due Distretti di nazioni diverse, contemporaneamente e per un periodo da quattro a sei settimane. I componenti sono di norma ospiti di famiglie di Rotariani e approfondiscono le loro conoscenze visitando fabbriche, aziende agricole, scuole, ospedali, istituzioni pubbliche, ecc. e nel contempo svolgono il ruolo di “ambasciatori” del loro Paese presso quello ospitante.

HELPING
(v. Sovvenzioni d’Appoggio)

INNER WHEEL INTERNATIONAL
Associazione composta da donne familiari di Rotariani, fondata a Manchester nel 1924. II nome allude ad una ruota interna alla ruota del Rotary International (del quale però l’Inner Wheel non
fa parte).

INTERACT CLUB
II nome deriva da International Action ed è un’associazione fondata nel 1962, per i ragazzi dai 14 ai 18 anni, che si propone di servire la causa della comprensione internazionale.

ISTITUTO CULTURALE ROTARIANO
L’Istituto Culturale Rotariano (I.C.R.) nasce a Milano il 24 giugno 1972 con la denominazione di “Istituto per le pubblicazioni e studi rotariani” su iniziativa di eminenti rotariani e dei Governatori pro tempore. L’Istituto è un ente senza fini di lucro e nel 1999 ha ottenuto il riconoscimento giuridico di Ente Morale.

ISTRUTTORE DISTRETTUALE
Collaboratore del Governatore, di recente istituzione, che ha il compito di tenere conferenze e corsi di formazione rotariana, di coordinare gli Assistenti e di organizzare le manifestazioni distrettuali.

LETTERA DEL GOVERNATORE
Comunicazione personale e ufficiale che il Governatore indirizza ogni mese ai Presidenti dei Club del suo Distretto per fornire informazioni e suggerimenti.

MANUALE DI PROCEDURA
Testo ufficiale, destinato ai Dirigenti, contenente lo Statuto e il Regolamento del Rotary International e la spiegazione di tutte le complesse norme che regolano la vita del Club: finalità, amministrazione, programmi, riunioni.

MATCHING GRANT
(v. Sovvenzioni Paritarie)

MAVIDI
(Magazzini Virtù ali Distrettuali)
Progetto del Distretto 2050 che prevede il reperimento di beni e strumenti utili per interventi assistenziali e la loro inventariazione, a livello distrettuale, allo scopo di averne sempre la disponibilità aggiornata, in previsione dell’utilizzo.

ONE ROTARY CENTER
Nome del palazzo che ospita la Segreteria Generale del Rotary International; dalla primitiva sede di Chicago, nel 1954 il quartier generale e stato trasferito ad Evanston (Illinois), dove nel 1987 e stata acquistata la nuova sede per far fronte alle accresciute necessità organizzative dell’associazione. Vi lavorano circa cinquecento persone.

PAUL HARRIS FELLOW
Uno dei maggiori canali di raccolta di fondi e costituito dalle richieste del titolo di Paul Harris Fellow (approvato nel 1957 dagli Amministratori della Fondazione): questa onorificenza viene assegnata a chi devolve un contributo di almeno mille dollari in favore della Fondazione Rotary. “Paul Harris Fellow” possono anche essere persone, Rotariani e non, in onore delle quali viene devoluta la somma.

POLIOPLUS
La Campagna PolioPlus rappresenta il più importante e ambizioso progetto rotariano di tutti i tempi. Già nel 1982 il Rotary si era prefisso la meta di vaccinare contro la poliomielite tutti i bambini del mondo entro il 2005, centenario del Sodalizio. A conferma del grande successo registrato dall’iniziativa, già nel 1990 furono raccolti fondi per 215 milioni di dollari, somma più che raddoppiata dieci anni dopo.

PRESIDENTE INTERNAZIONALE
Massimo dirigente del Rotary International. Il candidato deve aver fatto parte del Consiglio Centrale e viene eletto da una Commissione di 17 membri di ogni parte del mondo. II Presidente propone, per il suo mandato, un tema che costituisce una traccia per l’azione dei Club e dei Distretti.

PROGRAMMA ROTARY PER LA PACE
Programma educativo della Rotary Foundation, iniziato nel 1984 per informare sulle cause dei conflitti tra nazioni e sulle possibilità di raggiungere la pace. Si articola in seminari, pubblicazioni e incontri per favorire il dialogo tra nazioni.

PROMETEO 2050
Associazione di volontariato, costituita nel 1998 nel Distretto 2050, formata da Rotariani, che si propone di perseguire, sul piano pratico e concreto, l’ideale Rotariano del servire, in un’ottica che superi le dimensioni dei singoli Club.

PROTESI
(Progetto)
Programma umanitario internazionale del Distretto 2050, iniziato nel 1996 e riconosciuto dalla Rotary Foundation, rivolto ai bambini che, in conseguenza di eventi bellici, sono stati mutilati negli arti oppure sono affetti da malformazioni ossee. Oltre alla donazione di protesi o presidi ortopedici,
vengono attrezzati laboratori per la costruzione e l’adattamento degli stessi. II progetto e operativo in Bosnia e in Albania e si stanno valutando richieste di interventi in Palestina, India e Angola.

QUATTRO DOMANDE
(Prova delle)
Fu ideata dal Presidente Internazionale Herbert J. Taylor e rappresenta la verifica che ogni professionista dovrebbe fare su se stesso per valutare se il proprio modo d’agire rispecchia gli alti ideali del Rotary.

RAYG
(Rotary AJet Yardirn Grubu: Gruppo permanente rotariano intervento e soccorso per i disastri)
Organismo permanente approvato dal Rotary International, fondato a seguito del terremoto in Turchia del 1989. Coordina ogni progetto di soccorso in occasione di terremoti.

REGOLAMENTO
Il Regolamento del Rotary Club può essere modificato da ogni Club per adeguarlo alle proprie
condizioni, purchè le modifiche siano in armonia con lo Statuto del Club e con lo Statuto ed il Regolamento del Rotary International. Le disposizioni trattano dell’elezione e dei compiti dei consiglieri e dei dirigenti; delle riunioni; delle tasse e quote sociali; del sistema di votazione; della struttura e dei compiti delle Commissioni; del Bilancio; della procedura per l’ammissione dei soci; di ogni altro aspetto della vita del Club.

RIASSUNTO DEI PIANI E DEGLI OBIETTIVI DEL CLUB
Rapporto che viene consegnato al Governatore del Distretto in occasione della visita ufficiale al Club.

RIBI
(Rotary International Great Britain and Ireland)
Particolare configurazione del Rotary International nei paesi anglosassoni. Dopo la prima guerra mondiale il nuovo Statuto prevedeva che un Paese che avesse raggiunto i 25 Club poteva costituire un’unità territoriale, con poteri specifici; solo Gran Bretagna e Irlanda chiesero questa particolare
autonomia che conservarono anche dopo la riorganizzazione territoriale del 1927. II RIBI fa parte del Rotary International, con una struttura amministrativa parzialmente diversa.

RID
(Rete di Informazione sui Donativi materiali)
Base logistica di informazioni per I’attuazione dei progetti APIM, a disposizione sia dei Club che intendono sovvenzionarli sia di quelli che richiedono assistenza.

RIUNIONI DEL CLUB
La frequenza delle riunioni e tassativamente settimanale, mentre e demandato ad ogni Club stabilirne le modalità (conviviale o meno), il luogo e I’ora.

RIVISTE ROTARIANE
“The Rotarian” , organo mensile ufficiale del Rotary International, esce dal 1911. “Rotary”, organo mensile ufficiale del Rotary International in lingua italiana, esce dal 1924. “Rotary. Distretto 2050” , rivista bimestrale del Distretto 2050, esce dal 1993. “Realtà Nuova”, bimestrale, esce dal 1927 (prima “Realtà”): pubblica articoli di varia cultura scritti da Rotariani.

ROTARACT CLUB
Il Rotaract (da Rotary Action) e un’organizzazione fondata nel 1968 estesa alla fascia di età compresa tra i 18 ed i 30 anni. Ogni Rotaract deve essere patrocinato e guidato da un Rotary Club, ha riunioni periodiche ufficiali e deve sviluppare un’attività di servizio.

ROTARY AWARD FOR WORLD UNDERSTANDING AND PEACE
Riconoscimento che viene assegnato ogni anno, in occasione della Convention del Rotary International, a un non Rotariano o a un’organizzazione che si sia distinta per progetti di particolare importanza in accordo con gli ideali e gli obiettivi del Rotary.

ROTARY COMMUNITY CORPS (RCC)
Programma, istituito nel 1986, secondo il quale un Club individua in un territorio (soprattutto nei Paesi in via di sviluppo) bisogni particolarmente sentiti e si fa promotore di iniziative concrete in merito, collaborando con le associazioni di volontariato eventualmente già esistenti; in sostanza, e un gruppo di persone non rotariane coordinato da un Rotary Club nella sua azione di contributo allo
sviluppo.

ROTARY FRIENDSHIP EXCHANGE
(Scambi di Amicizia tra Coppie di Rotariani)
Programma, iniziato nel 1981, che consente ai Rotariani e alle (ai) loro consorti di incontrare coppie
di Rotariani residenti in altri paesi; il contatto avviene tramite Club o Distretti, ma le spese sono a
carico degli interessati.

ROTARY VILLAGE CORPS
Forma di auto-assistenza, iniziata nel 1986, volta a migliorare la qualità della vita nel territorio del
Club; i Club provvedono all’organizzazione e al finanziamento di uno specifico progetto che viene
reso operativo da non Rotariani.

ROVE
(Rotary Overseas Vocational Exchange)
II ROVE e un programma di scambi internazionali cui partecipano giovani d’eta compresa fra i
18 e i 25 anni che viaggiano da un Paese all’altro lavorando da soli o in gruppi sotto il patrocinio dei
Rotary Club.

RRVF-EAS
(Rotary Recreational and Vocational Fellowship for Engineering and Applied Sciences)
Associazione, riconosciuta nel 1989, tra ingegneri e scienziati per promuovere la conoscenza reciproca e lo scambio di conoscenze tecniche e professionali.

RUOTA
(Emblema del Rotary International)
Il primo emblema del Rotary, disegnato nel 1905 da Montague M. Bear, socio del Club di Chicago
e di professione incisore, era una semplice ruota di carro (in movimento, con una nuvoletta di polvere, a rappresentare “civiltà e progresso”), e molti dei primi Club adottarono, come simbolo, la ruota, in una forma o nell’altra. Infine, nel 1922, fu deciso di creare, e di riservare ad uso esclusivo del Rotary, un emblema uguale per tutti. L’anno successivo fu adottata la ruota tuttora in uso, con 24 denti e sei raggi, e vi fu aggiunta una scanalatura a chiave a significare che la ruota era “motrice”. La descrizione ufficiale dell’emblema venne definita al Congresso di Dallas, nel 1929: il blu reale e l’oro furono prescelti quali colori del Rotary e la bandiera ufficiale del Sodalizio porta da allora questo emblema in campo bianco. La ruota, sotto forma di distintivo da portare all’occhiello, e oggi il segno di riconoscimento dei Rotariani di tutto il mondo.

RYLA
(Rotary Youth Leadership Awards)
II RYLA e un progetto a livello distrettuale, ufficiale dal 1971, che si propone, attraverso brevi corsi, di sviluppare nei giovani l’autostima, l’attitudine alla direzione e l’impostazione etica della professione.

SACAMA
Zona di suddivisione territoriale del Rotary International comprendente America del Sud, America Centrale, Messico e Antille.

SCAMBIO DI GIOVANI
Programma nato in Francia nel 1927 che ogni anno organizza lo scambio reciproco di parecchie migliaia di giovani delle scuole medie superiori tra Club e Distretti. Normalmente la durata di un soggiorno all’estero e di un anno, durante il quale i giovani sono ospitati in famiglie rotariane.

SCOPO DEL ROTARY
La prima pietra su cui poggia l’intero edificio del Rotary e conosciuta come 10 scopo del Rotary. Fino al 1935 quando, al Congresso Internazionale di Città del Messico, il Rotary International li ridusse a quattro, gli obiettivi, o scopi, considerati erano sei. Nel 1951 il Congresso di Atlantic City riunii quattro scopi in uno solo, diviso in quattro parti. Lo scopo del Rotary e dunque quello di incoraggiare e promuovere l’ideale del servire come base di ogni utile iniziativa.

SIPE
(Seminario di Istruzione per i Presidenti Eletti)
Corso di uno o due giorni che viene tenuto a livello Distrettuale nei primi mesi dell ‘anno per istruire e motivare i Presidenti che entreranno in carica il 10 luglio successivo; di norma partecipano anche i Segretari.

SOVVENZIONI D’ APPOGGIO
(Helping)
Sovvenzioni erogate per la realizzazione di progetti di servizio in regioni dove non esistono Rotary
Club, o i Rotary locali non sono in grado di provvedere; il sistema e simile ai Matching Grants, con
diverso importo.

SOVVENZIONI PARITARIE
(Matching Grant)
I Matching Grant rappresentano un programma istituito nel 1965 per aiutare Club e Distretti nell’affrontare progetti di servizio internazionale. La somma necessaria viene cos1 raccolta: per un quarto dal Distretto (o da uno o più Club) che offre l’aiuto, per un quarto da quello che lo riceve (che devono essere di paesi diversi) e per metà dalla Rotary Foundation. L’entità varia a seconda del progetto ma si tratta, nella maggior parte dei casi, di interventi di notevole impegno, volti soprattutto alle necessità dei paesi in via di sviluppo.

STATUTO
Con il Congresso di Los Angeles del 1922 venne deciso che tutti i Club, che da quel momento in poi si fossero costituiti, dovessero adottare uno Statuto. Lo Statuto-tipo del Club può essere emendato solo con un provvedimento del Consiglio di Legislazione e su tale base e state di volta in volta modificato nel corso degli anni. Detti cambiamenti legislativi vengono automaticamente recepiti dallo Statuto di ciascun Club a decorrere dal 10 luglio successivo alla riunione del Consiglio.

TASKFORCE
Gruppo di lavoro con il compito di svolgere attività di supporto in favore dei Distretti e dei Club; ogni gruppo deve stabilire uno scopo specifico, fornire informazioni sui settore in cui si opera, coordinare seminari e forum. Uno di essi deve occuparsi di relazioni pubbliche e immagine del Rotary.

TEMA DEL ROTARY INTERNATIONAL
Messaggio programmatico annuale rivolto dal Presidente del Rotary International.

TRE H
(Health, Hunger, Humanity)
II Programma 3H fu lanciato durante la Convention di Roma del 1979 per celebrare al meglio il 75° Anniversario del Rotary e si proponeva di “migliorare le condizioni di salute, combattere la fame e incrementare il progresso umana e sociale quale mezzo per promuovere la comprensione reciproca, la concordia e la pace in campo internazionale”. La traduzione italiana delle 3H inglesi è: salute, fame, umanità. Si tratta di un grande progetto ideologico e di un lavoro operativo e concreto di grande portata sui piano del servizio rotariano.

TRUSTEES
(Consiglio dei)
Consiglio di Amministrazione della Rotary Foundation che tiene le riunioni più volte l’anno.

ZONE TERRITORIALI
I Rotary Club so no ripartiti in 34 zone territoriali sulla base delle quali vengono assegnati i posti nel Board of Directors.